Ulti Clocks content


"La preghiera del mattino apre gli occhi del cuore a vedere Dio negli avvenimenti della giornata" (D. Carlo De Ambrogio)

"Le vittorie contro noi stessi ci daranno il Regno" (D. Carlo De Ambrogio)

"Gesù è colui che cerca i perduti" (D. Carlo De Ambrogio)

"Maria è il fiore di Nazareth, la pace di Dio" (D. Carlo De Ambrogio)

"Più il vostro amore attingerà allo Spirito e più aumenterete la sua onda" (D. Carlo De Ambrogio)

"Diventate grandi se siete capaci di fare della vostra vita un dono agli altri" (S.P. Benedetto XVI)

"Nei momenti di maggior dolore, Maria viveva di preghiera" (D. Carlo De Ambrogio)

"Vi auguro di poter trovare un amico, un amico che si chiama Gesù Cristo" (Beato Giovanni Paolo II)

"Lascia che Dio irrompa nella tua vita come un torrente in piena" (D. Carlo De Ambrogio)

"Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro" (Beato Giovanni Paolo II)

"L'amore è luce" (D. Carlo De Ambrogio)

"Non abbiate paura, aprite, anzi spalancate le porte a Cristo!" (Beato Giovanni Paolo II)

"Sei chiamato a fare una scoperta stupenda: conoscere, penetrare, sondare l'Amore di Dio per te" (D. Carlo De Ambrogio)

"Il Rosario è ‘arma’ spirituale nella lotta contro il male" (S.P. Benedetto XVI)

"La vera gioia è Dio" (D. Carlo De Ambrogio)

"In questo cammino verso la terra promessa del Cielo, non sei solo: Colui che ti ama è con te" (D. Carlo De Ambrogio)

"L'amore non è una cosa che si puo insegnare, ma è la cosa più importante da imparare" (Beato Giovanni Paolo II)

"L'eroismo della fede deve formarsi tra le difficoltà" (D. Carlo De Ambrogio)

"Chi vuol donare amore, deve egli stesso riceverlo in dono" (S.P. Benedetto XVI)

"Gesù è un mendicante di amore" (D. Carlo De Ambrogio)

"Chi non rischia la disfatta non otterrà mai la vittoria" (D. Carlo De Ambrogio)

"Non abbiate paura del futuro perché il futuro siete voi!" (Beato Giovanni Paolo II)

"Egli ti ama da sempre e ti ama così come sei" (D. Carlo De Ambrogio)

"Il perdono è amore dello spirito" (D. Carlo De Ambrogio)

"Aggràppati alla roccia incrollabile della Parola di Dio" (D. Carlo De Ambrogio)

"Cammina sempre con la tua mano nella mano di Gesù" (D. Carlo De Ambrogio)

"Se vuoi coltivare la pace, custodisci il creato" (S.P. Benedetto XVI)

"Annuncia a tutti la gioia del perdono" (D. Carlo De Ambrogio)

"Il perdono non è mai negato a chi è umile di cuore" (D. Carlo De Ambrogio)

"Devi essere nella gioia e devi comunicare gioia" (D. Carlo De Ambrogio)

"L'amore vero è sempre umile amore" (D. Carlo De Ambrogio)

"Noi siamo sempre a mani vuote: Gesù Eucaristia ce le riempie" (D. Carlo De Ambrogio)

"Solo la parola di Dio è solida" (S.P. Benedetto XVI)

"La sapienza dell'uomo è nell'ubbidire a Dio" (D. Carlo De Ambrogio)

"L'agire di Dio è sempre un disegno di amore" (D. Carlo De Ambrogio)

"Chi crede nel Cristo è già nella luce" (D. Carlo De Ambrogio)

"Occorre essere uniti a Gesù come il tralcio alla vite" (D. Carlo De Ambrogio)

"Nel mondo sei costretto ad affrontare ogni sorta di battaglie: la tua vittoria è Gesù" (D. Carlo De Ambrogio)

Dicono di noi


La Notte Bianca in Veglia - 3 PDF

Da PrismaNews del 01/05/2011

Giovanni Paolo II, un beato che attende di diventare Santo

 

(...) Le strade del centro si sono riempite di ragazzi, di giovani, di meno giovani, di portatori di handicap che in carrozzella hanno cercato di raggiungere la Basilica e che hanno approfittato dell’apertura notturna delle otto chiese per dare una ragione in più al loro viaggio. Una umanità immensa: dal Gabon, dalla Danimarca, dalla Francia, dal Canada… Bandiere e sacchi a pelo…
Sul sagrato della chiesa Del Gesù c’erano i ragazzi del Gam-Gioventù Ardente Mariana. Daniela ha parlato per tutti: “Abbiamo seguito il Beato lungo tutte le strade del mondo…Siamo stati con lui alle GMG, lui ci ha salutati come Sentinelle del Mattino dandoci come servizio l’evangelizzazione. Non possiamo scordare la sua ultima visita alle parrocchie romane: si congedò da noi visitando a S. Enrico, a Casalmonastero. E allo stesso modo nessuno di noi dimentica il marzo del 1979, quando venne nella chiesa di San Bonaventura, a Torre Spaccata, e da lì iniziò la storia del nostro movimento…” .(... continua)

 

 

Visualizza l'articolo

 
La Notte Bianca in Veglia - 1 PDF

Da Romasette del 02/05/2011

La notte bianca della fede

Le testimonianze dei giovani in preghiera a San Marco, alla Chiesa del Gesù, a Sant'Andrea della Valle e a Sant'Agnese in Agone in attesa della beatificazione di Giovanni Paolo II.

La notte di preghiera per la beatificazione di Giovanni Paolo II non si è conclusa tra la folla festante di fedeli del Circo Massimo. In otto chiese del centro storico sono state animate altrettante veglie animate da giovani di tutto il mondo. (...) alla Chiesa del Gesù stanno leggendo dei brani tratti da alcuni discorsi di Papa Wojtyla pronunciati durante le Giornate mondiali della Gioventù. Il silenzio è carico d’attenzione. Annamaria Pompei, presidente diocesana del Gam (Gioventù Ardente Mariana), il movimento che anima la veglia, dice:«Leggeremo anche passi del Vangelo, con la gioia di celebrare questo grande Papa». Poi, si sofferma sulla figura del pontefice: «Un grande grazie a Dio - dice - perché in questi anni ci ha donato un angolo di paradiso con la figura di Giovanni Paolo II: un grande uomo pieno di Spirito Santo, che ha fatto sentire a tutta l’umanità l’amore di Dio». Poi il suo ricordo va al 1° aprile del 1979, quando il Gam lo ha incontrato per la prima volta.

Scarica l'articolo

 
La Notte Bianca in Veglia - 2 PDF

Da Romasette del 02/05/2011

L'affetto dei romani per il "loro" Papa

La festa della fede di parrocchie, associazioni, gruppi e movimenti della diocesi di Roma, che per oltre 26 anni hanno avuto come vescovo Karol Wojtyla. Tra preghiera e ricordi

Immensa e incontenibile. La gioia dei pellegrini esplode in un commosso applauso, ieri, domenica 1° maggio, alla proclamazione del beato Giovanni Paolo II. Dilaga a via della Conciliazione, risuona nelle stradine limitrofe affollate da centinaia di migliaia fedeli fin dalle 4 del mattino. Rimbalza in tutta la città: al Circo Massimo dove altri pellegrini hanno seguito la celebrazione sul maxischermo, nelle parrocchie e nelle case dei romani. È una grande festa della fede per i romani che per oltre 26 anni hanno avuto come vescovo Karol Wojtyla. Non sono voluti mancare nel giorno in cui la Chiesa ne riconosce ufficialmente la santità. Perché per loro Giovanni Paolo II è stato “santo sempre”, oltre a un padre, un maestro, un nonno. Mai un santino, ma un modello straordinario di vita cristiana da seguire e trasmettere. (...) «In Wojtyla abbiamo veramente sentito il dolce Cristo in terra», sottolinea Ilaria, della Gioventù ardente mariana.» (... continua)

Scarica l'articolo

 
Articolo di Romasette 17.05.10 PDF

L'abbraccio a Pietro

Domenica 16 una folla immensa di fedeli ha dimostrato solidarietà al Papa partecipando al “Regina Coeli”. Precedentemente la preghiera per le vittime degli abusi sessuali guidata dal cardinale Bagnasco. Benedetto XVI: «Il vero nemico è il peccato»

(di Emanuela Micucci)

I giovani gam in piazza per il Papa«Tutti con te». Come figli con il padre. Un abbraccio spontaneo e caloroso di oltre 150 mila fedeli, ieri mattina (16 maggio), si è stretto intorno a Benedetto XVI per la giornata di preghiera e solidarietà per il Papa e la Chiesa. A promuovere l’iniziativa, dopo le polemiche e gli attacchi mediatici subiti per i casi di pedofilia che hanno coinvolto alcuni sacerdoti, la Consulta nazionale delle aggregazioni laicali (Cnal).
Un affetto che piazza San Pietro non riesce a contenere. Una folla immensa di fedeli delle varie associazioni e movimenti insieme a famiglie e delle parrocchie che dilaga oltre il colonnato del Bernini fino a via della Conciliazione. «Un modo per dire sì al Pontefice al suo amore per la Chiesa, per l’Italia, per la Chiesa nel mondo e l’umanità intera», spiega il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, che ha guidato la preghiera comunitaria prima del Regina Coeli.

Leggi tutto...
 
Articolo di La Repubblica 17.05.10 PDF

Il popolo dei fedeli tra slogan e paure "Non ti arrendere, ti vogliamo bene"

(di Orazio La Rocca)

«Benedetto XVI testimone della verità e della tenerezza di Dio». «Pietro è qui, noi con lui». «Benedetto XVI colui che viene nel nome del Signore». Preghiere, canti, suoni, ma anche tanti slogan sotto forma di gigantesche scritte stampate su striscioni esposti all´interno dell´emiciclo berniniano di piazza San Pietro. Il Papa-day è anche questo. Un fiume di parole ed espressioni colorite «rubate» da passi evangelici e stampate su bandiere, fazzoletti variopinti, foulard, gigantografie. Tre i mega slogan ufficiali del meeting collocati ai piedi del colonnato di sinistra (per chi guarda la facciata della basilica) per iniziativa del Cnal, la Consulta nazionale delle aggregazioni laicali della Cei, l´ente organizzatore dell´iniziativa guidato da Paola Dal Toso. Due ai lati con frasi tratte da recenti interventi di papa Ratzinger - «È nella comunione della Chiesa che incontriamo Gesù» e «Non abbiate paura, Gesù ha vinto il male» - e nel mezzo la frase «Insieme col Papa», che sarà poi affiancata anche dalla altre scritte di organismi storici come Azione Cattolica, Cl, Rinnovamento, Focolarini, Comunità di S. Egidio, Agesci, Neocatecumeni; ma anche da decine e decine di associazioni parrocchiali, centri di preghiera, movimenti religiosi non noti al grande pubblico.

Leggi tutto...
 
« InizioPrec.123Succ.Fine »

Pagina 1 di 3


Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla 1.5 Theme, cc top level domain. Valid XHTML and CSS.

Find us on Facebook
Follow Us