Ulti Clocks content


"Se vuoi coltivare la pace, custodisci il creato" (S.P. Benedetto XVI)

"Devi essere nella gioia e devi comunicare gioia" (D. Carlo De Ambrogio)

"L'eroismo della fede deve formarsi tra le difficoltà" (D. Carlo De Ambrogio)

"Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro" (Beato Giovanni Paolo II)

"Cammina sempre con la tua mano nella mano di Gesù" (D. Carlo De Ambrogio)

"Nel mondo sei costretto ad affrontare ogni sorta di battaglie: la tua vittoria è Gesù" (D. Carlo De Ambrogio)

"Non abbiate paura, aprite, anzi spalancate le porte a Cristo!" (Beato Giovanni Paolo II)

"Maria è il fiore di Nazareth, la pace di Dio" (D. Carlo De Ambrogio)

"Lascia che Dio irrompa nella tua vita come un torrente in piena" (D. Carlo De Ambrogio)

"Chi non rischia la disfatta non otterrà mai la vittoria" (D. Carlo De Ambrogio)

"La preghiera del mattino apre gli occhi del cuore a vedere Dio negli avvenimenti della giornata" (D. Carlo De Ambrogio)

"Sei chiamato a fare una scoperta stupenda: conoscere, penetrare, sondare l'Amore di Dio per te" (D. Carlo De Ambrogio)

"L'agire di Dio è sempre un disegno di amore" (D. Carlo De Ambrogio)

"In questo cammino verso la terra promessa del Cielo, non sei solo: Colui che ti ama è con te" (D. Carlo De Ambrogio)

"Egli ti ama da sempre e ti ama così come sei" (D. Carlo De Ambrogio)

"L'amore non è una cosa che si puo insegnare, ma è la cosa più importante da imparare" (Beato Giovanni Paolo II)

"Solo la parola di Dio è solida" (S.P. Benedetto XVI)

"Le vittorie contro noi stessi ci daranno il Regno" (D. Carlo De Ambrogio)

"Non abbiate paura del futuro perché il futuro siete voi!" (Beato Giovanni Paolo II)

"Il Rosario è ‘arma’ spirituale nella lotta contro il male" (S.P. Benedetto XVI)

"Il perdono è amore dello spirito" (D. Carlo De Ambrogio)

"Il perdono non è mai negato a chi è umile di cuore" (D. Carlo De Ambrogio)

"Nei momenti di maggior dolore, Maria viveva di preghiera" (D. Carlo De Ambrogio)

"Gesù è un mendicante di amore" (D. Carlo De Ambrogio)

"Chi crede nel Cristo è già nella luce" (D. Carlo De Ambrogio)

"L'amore è luce" (D. Carlo De Ambrogio)

"La sapienza dell'uomo è nell'ubbidire a Dio" (D. Carlo De Ambrogio)

"Chi vuol donare amore, deve egli stesso riceverlo in dono" (S.P. Benedetto XVI)

"Occorre essere uniti a Gesù come il tralcio alla vite" (D. Carlo De Ambrogio)

"Aggràppati alla roccia incrollabile della Parola di Dio" (D. Carlo De Ambrogio)

"Noi siamo sempre a mani vuote: Gesù Eucaristia ce le riempie" (D. Carlo De Ambrogio)

"Vi auguro di poter trovare un amico, un amico che si chiama Gesù Cristo" (Beato Giovanni Paolo II)

"Diventate grandi se siete capaci di fare della vostra vita un dono agli altri" (S.P. Benedetto XVI)

"Più il vostro amore attingerà allo Spirito e più aumenterete la sua onda" (D. Carlo De Ambrogio)

"Annuncia a tutti la gioia del perdono" (D. Carlo De Ambrogio)

"Gesù è colui che cerca i perduti" (D. Carlo De Ambrogio)

"L'amore vero è sempre umile amore" (D. Carlo De Ambrogio)

"La vera gioia è Dio" (D. Carlo De Ambrogio)

Presentazione dell'attività di formazione missionaria ai parroci


Madonna GAM

G.A.M.
Gioventù Ardente Mariana
Ai Parroci della Diocesi di Tivoli


Roma, 14 marzo 2009

 

 

 

 

 

Reverendissimo Parroco,

Le proponiamo un’iniziativa, legata alle missioni del Movimento “Gioventù Ardente Mariana” (GAM) che già da alcuni anni sta offrendo alle Parrocchie del Territorio Tiburtino: la formazione di missionari, per non lasciar affievolire quell’ardore e quella gioia che le missioni popolari e la visita dell’immagine della Madonna di Fatima portano all’interno delle realtà parrocchiali.

Per preparare i suoi discepoli, Gesù amava richiamarsi alle Scritture. Questo non solo durante la Sua vita pubblica, ma anche dopo la Sua risurrezione. Infatti i testi raccontano che apparve loro per una quarantina di giorni. Risorto e vivo in mezzo a loro, si faceva vedere per continuare la Sua missione di Maestro e “apriva loro la mente all’intelligenza delle Scritture … cominciando da Mosè e da tutti i profeti” (Lc 24,45-27).
Affidò loro la missione di continuare l’opera sua, di essere suoi testimoni “a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria e fino agli ultimi confini della Terra” (At 1,8). Disse: “Andate e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo” (Mt 28,18-20).
Questo invito di Gesù ogni missionario deve farlo suo. “Insegnando”: perciò dobbiamo ricordare quello che Gesù ha fatto e insegnato. “Con voi”: ciò significa che la vita di Gesù nel mondo non si è conclusa. Ora egli vive per sempre in una comunità che celebra e annunzia quello stesso Vangelo che egli aveva annunziato.
E allora, per prepararsi a diventare missionari, bisogna anzitutto immergersi nella Parola di Dio che risuona nella Scrittura, e quindi sentir rivivere attorno a noi quell’innumerevole schiera di evangelizzatori che, in questi venti secoli, hanno annunciato nel loto tempo e nella loro particolare situazione di vita il messaggio evangelico. Agganciarsi a questa storia significa attingere alla Parola di Dio, che non è rimasta solo lettera racchiusa in un libro, ma che è sempre “viva ed efficace” (Ebr 4,14) nel mondo.
Quindi proponiamo che, nei gruppi di formazione missionari all’interno delle parrocchie, si preghi e si mediti sul Vangelo, e in particolare il Vangelo di San Giovanni e il Vangelo di San Luca.
Anche se la missione parrocchiale non è imminente, il missionario, in questa occasione, dovrà bussare alle porte, entrare nelle famiglie, parlare con le persone, anche perché il Vangelo non può essere consegnato nel silenzio. Pertanto non possiamo perdere questa occasione così importante senza aver preparato il missionario con un certo metodo. L’evangelizzatore ha delle caratteristiche personali che non possono essere improvvisate ma vanno preparate per tempo e con il tempo. E allora per incominciare a prepararlo dobbiamo aiutarlo a comprendere gli interrogativi che egli si pone: perché vado in missione? Dove? Come? Quando? Con chi? Cosa annunciare?
Proponiamo perciò che le risposte a queste domande siano sviluppate in un piccolo spazio all’interno di sei incontri preparatori.
Se è suo desiderio promuovere questa iniziativa all’interno della sua comunità parrocchiale, può contattare il Responsabile diocesano del Movimento, sig. Massimo Cesandri (tel. 334.509.16.16), per concordare il periodo e le modalità di svolgimento della formazione dei missionari.

RingraziandoLa della sua attenzione, preghiamo Maria, Madre di Gesù e Madre nostra di benedire tutti i nostri comuni intenti missionari.

La salutiamo con stima e affetto.

Il Centro G.A.M. di Roma

Scarica la lettera

 

Scarica il foglio con l'elenco

per la formazione dei missionari

 


Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla 1.5 Theme, cc top level domain. Valid XHTML and CSS.

Find us on Facebook
Follow Us