Ulti Clocks content


Scritti di D. Carlo De Ambrogio

"E Gesù disse loro: «Riempite d'acqua le giare» e le riempirono fino all'orlo" (Gv 2,7)

"Don Carlo sorride ancora e sempre. È vissuto nell'ascolto assiduo e amoroso della Parola di Dio. Conosceva le Sacre Scritture, le riviveva e le spiegava nell'ebbrezza dello Spirito.[..] Visse nella Chiesa come messaggero dello Spirito e ministro fiamma di fuoco".  (Card. Ursi)



Quando verrà il Paraclito.. PDF

alt(Traduzione dal greco e commento a cura di d. Carlo De Ambrogio)

26«Quando verrà il Paraclito, che io vi manderò da parte del Padre mio, lo Spirito di verità che procede dal Padre, egli mi renderà testimonianza; 27e anche voi mi renderete testimonianza, perché siete con me sin dall'inizio.

1Vi ho detto queste cose per premunirvi dallo scandalo. 2Vi escluderanno dalle sinagoghe. Anzi viene l'ora in cui chi vi ucciderà penserà di rendere un culto a Dio. 3Arriveranno fino a quel punto perché non hanno conosciuto né il Padre né me. Ma io vi dico queste cose perché quando arriverà quell'ora voi vi ricordiate che ve l'avevo detto».

(Gv15.26-27; 16,1-4)

Leggi tutto...
 
Ho vinto il mondo PDF

alt(Traduzione dal greco e commento a cura di d. Carlo De Ambrogio)

19Gesù comprese che avevano voglia di interrogarlo. Disse dunque loro: «Voi vi chiedete che cosa io abbia voluto dire con quelle parole: "Tra poco voi non mi vedrete più e poi ancora un poco e voi mi vedrete". 20In verità, in verità io vi dico, voi piangerete e vi lamenterete; il mondo invece godrà; voi sarete nella tristezza, ma la vostra tristezza si cambierà in gioia. 21La donna, sul punto di diventare madre, è triste perché è venuta la sua ora; ma quando ha dato alla luce,  dimentica i suoi dolori per la gioia che sia venuto al mondo un uomo. 22Anche voi adesso siete tristi ma io vi rivedrò e il vostro cuore ne godrà e la vostra gioia nessuno ve la potrà rapire. 32Ecco venire l'ora— anzi è già venuta— in cui sarete dispersi ognuno per proprio conto e mi lascerete solo. Ma io non sono solo: il Padre è con me. 33Vi ho detto queste cose perché in me voi abbiate la pace. Nel mondo avrete da soffrire. Ma fatevi coraggio: io ho vinto il mondo».

(Gv16, 19-22.32-33)

Leggi tutto...
 
MI AMI TU? PDF

alt(Traduzione dal greco e commento a cura di d. Carlo De Ambrogio)

15Dopo di aver mangiato. Gesù disse a Simone Pietro: «Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro?». Gli rispose Pietro: «Sì, Signore, tu lo sai che io ti amo». Gli disse Gesù: «Pasci i miei agnelli». 16Gli disse ancora, una seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami tu?». Gli rispose: «Sì, Signore, tu lo sai che io ti amo». Gli disse: «Pasci le mie pecorelle». 17Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, davvero mi ami tu?». Pietro si rattristò perché Gesù gli aveva chiesto per la terza volta: «Davvero mi ami tu?», e gli disse: «Signore, tu sai tutto; tu lo sai che io ti amo!». Gesù gli disse: «Pasci le mie pecorelle. 18In verità, in verità io ti dico: quando eri giovane ti mettevi da te la cintura e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio stenderai le mani e un altro ti metterà la cintura e ti condurrà dove tu non vorrai». 19Disse questo per indicare con quale genere di morte doveva glorificare Dio. Ciò detto, aggiunse: «Seguimi!».

(Gv 21, 15-19)

Leggi tutto...
 
È davvero risorto! PDF

alt (Traduzione dal greco e commento a cura di d. Carlo De Ambrogio)

[35] Essi poi riferirono ciò che era accaduto lungo la via e come l’avevano riconosciuto nello spezzare il pane. [36] Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona apparve in mezzo a loro e disse: “Pace a voi! ”. [37] Stupiti e spaventati credevano di vedere un fantasma. [38] Ma egli disse: “Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? [39] Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa come vedete che io ho”. [40] Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi. [41] Ma poiché per la grande gioia ancora non credevano ed erano stupefatti, disse: “Avete qui qualche cosa da mangiare? ”. [42] Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; [43] egli lo prese e lo mangiò davanti a loro. [44] Poi disse: “Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi”.

(Lc 24,35-44)

Leggi tutto...
 
BEATA VERGINE MARIA REGINA PDF

alt(Traduzione dal greco e commento a cura di d. Carlo De Ambrogio)

[26]Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, [27]a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. [28]Entrando da lei, disse: «Ti saluto,   o piena di grazia, il Signore è con te». [29]A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. [30]L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. [31]Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. [32]Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre [33]e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine». [34]Allora Maria disse all'angelo: «Come è possibile? Non conosco uomo». [35]Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. [36]Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: [37]nulla è impossibile a Dio». [38]Allora Maria disse: «Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». E l'angelo partì da lei.

(Lc 1, 26-38)

Leggi tutto...
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 3 di 16

Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla 1.5 Theme, cc top level domain. Valid XHTML and CSS.

Find us on Facebook
Follow Us