Ulti Clocks content


L'ultimo esorcista PDF

altL’ultimo lavoro di P. Gabriele Amorth e Paolo Rodari presenta un titolo volutamente provocatorio. “È ovvio che io non sono l’ultimo esorcista rimasto in questo mondo. Dopo di me altri ce ne saranno e già ce ne sono, anche di giovani. Ma nel mondo siamo in così pochi che ognuno di noi nella sua battaglia quotidiana si sente inevitabilmente come se fosse l’ultimo, l’ultimo esorcista chiamato a combattere contro il grande nemico, il principe di questo mondo, Satana. La Chiesa, ancora oggi, fa poco per formare nuove leve di esorcisti. Poco fanno i vescovi. È questo il mio cruccio ed è per questo motivo che ho accettato che il libro uscisse con questo titolo”.

Questo libro vuol essere ancora un grido accorato perché le disposizioni date da Benedetto XVI trovino compimento nelle diocesi: la nomina di esorcisti. Il testo, in alcune fasi, si configura come un vero e proprio manuale per gli esorcismi, riportando, spesso in italiano, le formule del rituale (che usa lo stesso Amorth, e, cioè, quello tradizionale), corredate da molte spiegazioni su alcuni fenomeni particolari e dai “trucchi del mestiere”, ereditati dal suo maestro P. Candido. I temi toccati vanno dalla demonologia fino ad alcuni fatti di cronaca, che hanno molto colpito l’opinione pubblica, ma anche lo stesso Amorth, come il caso James Bulgar, l’esistenza di sètte in Vaticano e il caso Orlandi, Sai Baba ma anche quello di Gloria Polo, che dopo aver visto l’inferno, per grazia divina, ritorna in vita e annuncia a tutti l’amore di Dio.

Chiudono alcune considerazioni del noto esorcista sulla battaglia finale tra luce e tenebre: “Io credo che il tempo dell’Anticristo è il nostro tempo, il tempo dell’inizio del terzo millennio. Non sarà difficile riconoscere la venuta di questa persona: egli, infatti, come dice S. Paolo, sedurrà l’uomo presentandosi come l’inviato di Dio e sederà nel tempio di Dio additando se stesso come Dio. «Chi sei tu?»chiesi una volta a un diavolo che possedeva una giovane donna.[..] «Io sono Dio [..] Presto un mio figlio verrà adorato da tutti. Lo chiameranno Dio». Additare se stesso come Dio. È questo che Satana fa dalla notte dei tempi, la notte in cui si rivoltò contro Dio. Gli sputò in faccia e gli disse: «Io sono Dio». Da quella notte l’universo è costretto a subire una feroce battaglia. In questa battaglia noi esorcisti siamo in prima fila. E combatteremo per sempre, fino a che la Chiesa ci sarà. E fino a che nella Chiesa ci saranno dei vescovi che ci chiederanno di farlo”.

 

- Amorth G., Rodari P. (2012), L’ultimo esorcista. La mia battaglia contro Satana, Edizioni Piemme, Milano.

 

Intervista a P. Amorth: http://www.youtube.com/watch?v=3rrk6AeLIOY

 

Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla 1.5 Theme, cc top level domain. Valid XHTML and CSS.

Find us on Facebook
Follow Us