Ulti Clocks content


Assassinio della Cattedrale PDF

altIl pamphlet di Maccarini Foscolo è un vero e proprio J’accuse contro quella che è stata definita da Mosebach l’ eresia dell’informe, cioè quella tendenza iconoclasta di matrice protestante che vuole ripulire le chiese cattoliche da ogni ombra di “superstizione”. Simboli di questa “superstizione” sarebbero inginocchiatoi, confessionali, balaustre, statue di santi, e altri arredi liturgici, tutti segni della Tradizione Cattolica Apostolica Romana. È il lievito della gnosi che subdolamente viene gettato nella Chiesa, avviando un vero e proprio processo di desacralizzazione del tempio, che diviene un semplice “contenitore”, un sala riunioni, da dove viene rimosso ogni elemento ingombrante, tanto in senso fisico che morale, per piacere, forse, ai protestanti o per ostentare un cristianesimo “adulto” del “s'ei piace, ei lice”.

L’ “adeguamento liturgico” posto in essere nella cattedrale di Reggio Emilia è, secondo l’autore, un vero e proprio deturpamento artistico e liturgico ed incarna proprio tale spirito gnostico, che è eresia, andando contro i principi del Concilio di Trento e del Magistero, proprio quando lo stesso Benedetto XVI,  ha affermato che “Ciò che per le generazioni anteriori era sacro, anche per noi resta sacro e grande, e non può essere improvvisamente del tutto proibito o, addirittura, giudicato dannoso. Ci fa bene a tutti conservare le ricchezze che sono cresciute nella fede e nella preghiera della Chiesa, e di dar loro il giusto posto.” (Lettera ai vescovi in occasione della pubblicazione della lettera apostolica "Motu proprio data" Summorum Pontificum).

 

- Stefano Maccarini Foscolo (2011) Assassinio della Cattedrale. Ipotesi, drammi e lacerazioni di una chiesa sfigurata: il caso di Reggio Emila, Fede & Cultura, Verona.

 

 

 

 

 

Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla 1.5 Theme, cc top level domain. Valid XHTML and CSS.

Find us on Facebook
Follow Us